Signori si nasce… e noi?

Signori si nasce, e io lo nacqui modestamente… Esclamava il grande Totò. Signori si nasce… e noi? Lo nacquimo… Sostengono I Legnanesi nel loro ultimo pirotecnico spettacolo in scena sino al 4 marzo al Teatro della Luna (Assago).
E il “pericoloso” incrocio fra la vis comica e popolaresca lombarda e quella partenopea prosegue nell’omonima commedia. Teresa dal suo cortile, dove nell’incipit della pièce s’appresta a festeggiare il compleanno (8 marzo, il fatidico giorno), finirà all’ombra del Vesuvio. Per inseguire il Giuan… il quale difatti ha perso cuore e ragione per una napoletana verace, vale a dire la nobile (?) e sopra le righe proprietaria dell’appartamento dell’inossidabile coppia lombarda.

Ergo la Mabilia, con la Pinetta e la veracissima Teresa si addentrano nei meandri della napoletanità, in uno scontro-incontro che darà luogo a un infinito fuoco di fila di gag, battute, calembour, situazioni paradossali e farsesche le più disparate.

Non mancano ovviamente, come di consueto nelle rappresentazioni della compagnia, gli stacchi musicali da rivista: anche questi nella circostanza virati sul “fatale” sbocco napoletano. Una commedia esilarante, a dir poco, con la Premiata Ditta Provasio & Soci in forma più che splendida. Anche le improvvisazioni sono felicissime.
Quale il segreto che accompagna i lavori de I Legnanesi? Un talento comico senza pari, la formidabile carica interpretativa degli attori (in primis il magico trio + la Pinetta, ma tutti brillano), la capacità di lettura, attraverso il dissacrante e pur costruttivo riso, della realtà; infine il geniale pastiche linguistico, con la forte base di quel dialetto lombardo sapido, di arguta bonomia e antica saggezza (con relativo bagaglio di illusioni e disincanto).

Una commedia che è anche un tributo (melodie napoletane e Malafemmena comprese) al principe dei comici, nonché principe vero, Totò, alias Antonio De Curtis, alias Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio.

Il lieto fine, come i sorrisi e le risate da sganasciarsi, è certo e garantito. Il Giuan tornerà al cortile sotto le gonne dell’invincibile Teresa. E con ansia attendiamo la prossima puntata di questa meravigliosa saga teatral-popolare.

Alberto Figliolia

Signori si nasce… e noi? I Legnanesi, con Antonio Provasio, Enrico Dalceri, Luigi Campisi. Teatro della Luna, via G. Di Vittorio 6, Assago (Mi). Fino al 4 marzo.
Info: tel. 0248857333; sito Internet www.ilegnanesi.it/www.teatrodellaluna.com).
Orari: mer-sab 20,45; sab 6 gennaio 17,30; dom 15,30.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...