Archivio dell'autore: alberinube

GaEle Edizioni presenta il 24 febbraio…

ASSOCIAZIONE GaEle PRESENTA: Catalogo di GaEle Edizioni Pubblicazioni 2012 – 2017, sei anni di libri fatti a mano il Catalogo sfogliabile al sito https://issuu.com/elenadanelli/docs/catalogogaele2012-17 Incontri,  Amicizia, caratteri tipografici e carta vintage prefazione Walter Valeri e   la cartella d’arte “Fogli … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Maria…

Maria… Maria bambina, terrorizzata dall’angelo dalle ali di fuoco multicolore: la sua voce suadente, arcana d’altri mondi, che parlava senza muovere le labbra, sequenza d’infinito, brivido astratto, sogno. Maria che sperasti comunque, quando ti recavi alla fonte e scorgevi nel … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

titolo: l’effetto serra dà alla testa o quando i gas nocivi vanno all’emisfero boreale e in quello australe di un cervello animale

titolo: l’effetto serra dà alla testa o quando i gas nocivi vanno all’emisfero boreale e in quello australe di un cervello animale prima hanno diviso la terra in proprietà ma la terra è improprietà o pur anche sproprietà i potenti … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

amor sacro e amor profano

amor sacro e amor profano una prostituta lecca le ferite di San Lorenzo e le croste di sangue si fanno luce Alberto Figliolia (da Poesie scelte, 2010, Albalibri)

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Mi scruto allo specchio

Mi scruto allo specchio e Scorgo il vuoto: lo trapasso Con un flash: la mia vista è anni luce Un viaggio ai confini dell’universo, e oltre Sino all’incapienza Della mia anima Alberto Figliolia (da Poesie scelte, 2010, Albalibri)

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Due haiku del 13 febbraio 2018

Radici d’aria musici psichedelici Mardi Gras, New Orleans   Alberto Figliolia   Vola purpurea la carcassa del giorno all’orizzonte   Alberto Figliolia

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Mentre penso…

Mentre penso all’incontinenza e all’inconsistenza del Tempo perdo i capelli e mi reggo il mento. Un’arancia – o forse è una pesca o forse è una mela – in bilico sull’abisso precipiterà un giorno ignoto dal tavolo sul pavimento marcio … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento