Archivi del mese: gennaio 2014

1308…

1308… (dedicato a tutti i mutilati e a tutti gli uccisi nello Stato Libero del Congo, 1885-1908) 1308… Le ceste non finivano mai.Le ceste di mani mozzate…1308 mani mozzate,Leopoldo, mentre a cortebrindavi e ballavi…ballavi e brindavi,Leopoldo, a cortementre la Force … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Cantù-Sassari, 26 gennaio 2014

Gran bella partita quella andata in scena, domenica 26 gennaio, al Pianella fra Cantù e Sassari. Una gara dai ritmi vertiginosi, con continui cambi di scena e protagonisti del tutto all’altezza dello spettacolo. Venti vantaggi per i locali, fra cui … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Nel Giorno della Memoria…

Lo puoi scrivere Höß oppure Höss oppure Hoess, ma, se la grafia può leggermente differire, la pronuncia è sempre… orrore. Rudolf Franz Ferdinand Höss, il Comandante di Auschwitz, luogo d’abominio, dove l’umanità è stata uccisa infinite infinite infinite volte. 27 … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La bocca ha divorato il fiume, Teatro La Scala della Vita

Ricevo e volentieri pubblico… In occasione della rassegna “APPUNTAMENTO CON LA SETTIMANA DELLA MEMORIA” presso il teatro La Scala della Vita questa settimana,     Teatro LeMat   Mercoledì 22 gennaio 2014 – ore 21.00     “ LA BOCCA … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Io e Julia, Teatro Libero

Due splendide interpreti – Monica Faggiani (Lillian) e Cinzia Spanò (Julia) – per una pièce che, oltre a rappresentare il manifesto di quello che può essere l’amicizia fra donne, si rivela di grande interesse storico, giacché la vicenda si svolge … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Teatro Leonardo da Vinci, “Fuori misura (il Leopardi come non ve l’ha mai raccontato nessuno)”

Il genio sofferente e sofferto di Giacomo Leopardi. Chi nel corso della propria vita non si è talora immedesimato con il poeta recanatese? L’universalità del dolore della condizione umana e, nonostante tutto, la speranza affidata alla parola poetica e, oltre … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

PimOff e “A nome tuo”

Che sia un posto speciale lo si capisce già dal foyer. Uno spazio/capannone arioso e luminoso, contornato da straordinari oggetti di modernariato e da cultura Pop: quadri e mobili fra lo psichedelico e il vintage; pompe di benzina americane d’antan … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento