Biennale di Milano

Dall’11 al 15 ottobre si svolgerà la seconda edizione di Biennale Milano, una manifestazione con non pochi motivi d’interesse. Location sarà il Brera Site in via delle Erbe 2. Arte, design, spettacolo, la presentazione di un libro che susciterà amplissimo dibattito, dato il tema sempre tristemente all’ordine del giorno, vale a dire il cosiddetto femminicidio. Protagonista di quest’ultimo evento giovedì 12 (ore 18) sarà Vanna Ugolini, autrice, con Lucia Magionami, del volume Non è colpa mia. Voci di uomini che hanno ucciso le donne (edito da Morlacchi). Un viaggio negli oscuri labirinti e inferi di chi ha strappato altre vite. Per cercare di capire, anche se è arduo afferrare il senso di tale distruttività (e autodistruttività).

Fra gli artisti in mostra: Gaetano Pesce, con un vaso in resina; Alessandro Galanti, designer che fonda le sue osservazioni sulla natura e le fonde in una lavorazione orafa; il “controverso” Gino De Dominicis; Gillo Dorfles, 107 anni compiuti d’immensa creatività, immaginazione e fantasia; Amanda Lear, già celebre cantante dalla voce particolare, amica di un certo Salvador Domingo Felipe Jacinto Dalí i Domènech, Marquis of Dalí de Púbol, alias Avida Dollars. E ancora Sirka Laakkonen, Karin Monschauer, Francesca Fragale, Massimo Mariano, Emanuela Corbellini, Daniela Delle Fratte, Margaretha Gubernale, Maria Grazia Algisi, Anna Izzo, Mario Mattei, Alice Asnaghi, Paride Bianco, Felice Cremesini, Oscar Fontanesi…

La manifestazione, presentata da Vittorio Sgarbi e ideata e organizzata da Salvo Nugnes, sarà inaugurata dallo spettacolo La vita è arte di Pippo Franco. “Sarà proprio un’occasione per conoscere artisti nuovi e approfondire la conoscenza di artisti già noti – dichiara il noto critico d’arte – e capire a che punto è la ricerca artistica oggi in una Biennale autunnale fuori dai fasti veneziani, ma in una città viva e piena di tensioni artistiche come Milano. Delle grandi biennali ha l’ambizione di testimoniare del nostro tempo gli artisti che dovranno rimanere lasciando una traccia di sé”. Insieme con dipinti e sculture vi saranno anche fotografia e video-arte. E, fra gli ospiti, lo psichiatra Alessandro Meluzzi, lo scrittore Francesco Alberoni, il soprano Katia Ricciarelli, lo stilista Santo Versace e Lello Milucci del Teatro San Carlo di Napoli.

La Biennale di Milano – la voce del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – è un punto di riferimento nel panorama artistico internazionale”. “Anche nel 2017 – chiosa l’organizzatore – avremo opere realizzate da un selezionato gruppo di artisti del panorama contemporaneo, tutti meritevoli di interesse, che proporranno stili e generi eterogenei, all’insegna dello spirito creativo libero e cosmopolita”. Quella che, a ben vedere, è un po’ la cifra di Milano.

Da sottolineare che tutti gli eventi e gli incontri saranno a ingresso gratuito. Anche questo non è poco.

Alberto Figliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...