È l’era delle stragi degli innocenti

È l’era delle stragi degli innocenti.

Per mare, per terra e per aria.

In ogni dove.

Nelle città siriane, nel Kurdistan,

nei barconi che affondano nel Mediterraneo,

a un concerto o in un bistrot parigino,

nei mercati nigeriani, in una scuola keniana,

in una stazione della metropolitana di Bruxelles,

a bordo di un aereo russo,

in una spiaggia tunisina o ivoriana,

in un hotel di Bamako,

nelle marce forzate e nella stasi del fango dei profughi,

attaccati ai tir o nelle stive,

fra i bombardati senza nome,

in un fossato egiziano…

e nelle miniere, negli slums, nelle fabbriche,

nelle carceri diffuse, nel tiro a segno

delle sterminate periferie abbandonate…

È l’era delle stragi degli innocenti.

Mentre gli squali della finanza e i mercanti di armi

ingrassano al pari dei fanatismi d’ogni segno e regno;

nel trionfo della scienza applicata della dittatura

la democrazia muore insieme con la pace.

È l’era delle stragi degli innocenti.

Alberto Figliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...