Ascolta il silenzio a Sirmione…

Ascolta il silenzio a Sirmione

 

Ascolta il silenzio a Sirmione…

celarsi nel vento che muove

fra le pietre della Rocca

a guardia del blu,

scivolare nel borgo

come le carezze

dell’amata sul corpo,

vibrare nelle figure

degli affreschi

di San Pietro in Mavino.

 

Ascolta il silenzio a Sirmione…

crescere lungo il dolce cammino

fra il profumo del rosmarino

e il contorto legno dell’ulivo

alle Grotte di Catullo,

precipitarsi con dolcezza

dall’orizzonte infuocato

di giugno quando i monti

si fanno ombra

entrando nell’anima,

liberarsi dal cinguettio infinito

d’invisibili uccelli.

 

Ascolta il silenzio a Sirmione…

cantare nelle parole del poeta

Ecco: la verde Sirmio nel lucido lago sorride,
fiore de le penisole.
Il sol la guarda e vezzeggia: somiglia d’intorno il Benaco
una gran tazza argentea
,

tremare nel ricordo dei patarini

colpevoli di diversità

che infine arsero a Verona,

fremere nel mio stesso ricordo

quando per le mani tenevo il figlio

che azzardava i primi passi

e la scena ora è nostalgia

che strazia soave il cuore.

 

Ascolta il silenzio a Sirmione…

 

Alberto Figliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...