Il Natale a Lare

Abba Filippo è il mio eroe…

Il Natale a Lare

Carissimi amici, come state?
Spero bene, ormai alle porte del Natale. Quest’anno festeggeremo due Natali, Lare è proprio sul confine con il Sud Sudan e la maggioranza della gente qui festeggia il 25 dicembre, ma per la Chiesa Etiope, visto che seguiamo il calendario degli Ortodossi, il Natale sarà il 7 gennaio. Perciò due Natali.
E qui come si festeggia Natale? Intanto essendo l’Etiopia un Paese per metà cristiano e per metà musulmano ci sono feste dall’una e dall’altra parte. Il 19 ottobre abbiamo festeggiato il giorno della nascita del Profeta Maometto: niente scuola, niente lavoro, festa nazionale. Così il 7 gennaio festeggeremo Natale, ma solo quel giorno, niente vacanze prima o dopo, anche perché la festa di Capodanno Etiopico è il 10 settembre e non adesso (siamo nel 2012…). Qui a Lare il 25 la città si ferma per l’altro Natale.
Che atmosfera c’è qui a Natale? Qui non c’è la neve, nessuno l’ha mai vista, le temperature in questo periodo vanno da 40° durante il giorno e scendono di notte solo fino a 24°, la minima.
Qui non esiste Babbo Natale: nessuno sa chi è né cosa fa in questo periodo, anche perché pochi hanno i soldi per fare dei regali.
Non c’è neppure l’Albero di Natale da addobbare, anche perché non ci sono alberi da comprare o togliere e portarsi a casa, e la poca legna che c’è viene usata per fare il fuoco o per fare da mangiare, perché non c’è il gas o la luce.
Il Comune non addobba le vie del villaggio con luci o altre decorazioni, perché non c’è luce e non c’è il Comune.
Non esiste il Presepe: qui non hanno questa tradizione di fare questa piccola rappresentazione della nascita di Gesù Bambino, perché qui non vendono le statuine e non c’è il muschio.
Non c’è neppure il cenone della vigilia di Natale, ma solo nel giorno di Natale: nella nostra parrocchia, dopo la Messa, un bel piatto di polenta e un po’ di carne di mucca, che la sera prima abbiamo preparato e cucinato.
L’unica cosa di cui siamo sicuri che ci sarà è l’arrivo di Gesù Bambino. Ogni anno Gesù nasce qui da noi non solo a Natale, ma innumerevoli volte nei tantissimi bambini che ci sono qua. Basta saperlo riconoscere.
Un augurio a tutti voi di Buon Natale da parte mia e della nostra comunità di Lare, perché possiamo trovare la pace non solo esterna, ma quella del cuore con l’arrivo di Gesù.
Con affetto.

Abba Filippo

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...