I sogni… tutti i sogni…

I sogni… tutti i sogni…

I sogni… tutti i sogni…

tutti i sogni in un berretto

consunto, come i miei anni

spesi lungo le vie dell’apatia.

Ebbi un’altra vita in un tempo

ormai disperso nelle brume del vino

che da un crepuscolo all’altro,

nell’illusione di un paradiso,

ingurgito da uno spento cartone.

Storto e stordito navigo da fermo

alla sfuggente vista di coscienze transeunti;

ai sogni s’aggiunge talora la rata moneta

della pietà di coloro che trascorrono,

che sia gelo o canicola (ah la dolorosa

indifferenza delle stagioni!): un lieve tintinnio

e nulla più, e io sorrido, sbilenco, strappato,

al giorno rotto, alle visioni perdute.

 

Alberto Figliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...