E girano i numeri

E girano i numeri

nelle stanze

dove si cuciono i bottoni;

girano, girano…

producendo

astratti morti,

battaglie simboliche

per l’esercizio concreto della dittatura.

Totalitario è il pensiero

del comando, reazione

a catena senza repliche,

l’obiettivo della spersonalizzazione,

l’oblio della volontà,

la ricerca tormentata del conflitto,

l’archivio cancellato delle identità,

la memoria del cuore disintegrata.

Le divise con le medaglie d’ottone

tintinnati al petto non ammettono

rimorsi né rimpianti né pietà,

solo burocratici reclami

nel cestino dell’indifferenza.

A voi, soldati della paura

creata dalle immobili sfere

del potere, non resti che

il silenzio eterno della fine;

a voi che ogni giorno combattete

la guerra inventata da quei falsi dei

di carne, rancore e profitto,

non resti che

il silenzio eterno della fine,

quella che vi sottrarrà

alle ottuse grinfie della povera mente

dei gerarchi in grisaglia e tailleur

(transgender nonsense),

loro, sì, gli inutili dell’universo.

Voi, servi che avete arato

la terra per i bisogni dei padroni,

per il loro nécessaire e il loro superfluo,

voi soli sarete ardenti stelle

nell’oscuro cosmo.

 

Alberto Figliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...