Cristalli come isole

Cristalli come isole

scagliate nelle elettriche azzurrità

di oceani pensanti

Equazioni di silenzi rotanti

intorno a cilindri che ingoiano

plasma e luce

[e negli imbuti del sogno

s’infilano ricordi…

tu vestito di bianco su una biciclettina con le rotelle fra la campagna e case in costruzione con tuo padre sorridente

tu sulla riva al sussurrante rotolare di sassolini all’onda

tu che scorri immagini e carte e idee e pensieri e lacrime e figli… figli… figli

tu… tu… tu…

con chi? con chi? con chi?]

Concentrici corridoi icosaedri di pietre case aliene luceluceluce!

 

Ora ti poso, mio magmatico amico, sulla mensola di questo presente in polvere

e sigillo i tuoi spettroscopici orizzonti nel mio cuore dolente

per raccontare speranze al mondo ignaro

 

(Al caleidoscopio)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...