La ragazza dallo chignon verde

La ragazza dallo chignon verde

 

La ragazza dallo chignon verde

alla vetrata di McDonald’s

in riva al Lago di Lugano

guardando le nubi a mezza costa

sulla sponda opposta

sorseggia un caffè con la cannuccia

 

Un cagnolino passa sotto i tavoli e i sedili

per finire fra le mie scarpe:

mi osserva con occhi acquosi

(quasi umani tanto da esser davvero canini)

poi si ritira in buon ordine

più addosso all’odore degli hamburger

 

Un pallido vento muove appena

il verde di piante e cespugli

sopravvissuto al novembre

 

Il guaito, l’abbaio di un altro cane

una sorta di cieco urlo primitivo

come prima di un abbandono orgasmico

 

Un gabbiano vira con forza

sullo specchio grigio del lago piatto

e i passerotti balzellano

– asimmetriche figure picassiane –

sull’asfalto umido e lento

 

[e io non riesco a catalogare

il mio dislocamento:

sono tutto psiche

oltre questo maledetto involucro

di molecole impazzite?]

 

La musica dagli altoparlanti

irradia il senso di rimbombanti inutilità

 

e ombrelli vagano fuori

sul marciapiede trascinando

incogniti destini

 

Lugano-mattino, sabato 24 novembre 2018

 

Alberto Figliolia

twitter @phigliolia

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...