occhi di lupo in metropolitana

occhi di lupo in metropolitana

fuori dai finestrini l’inferno delle pareti cieche

il buio che corre senza sosta né paresi

guardo i passeggeri indifferenti

uomini dal becco d’uccello o una gamba sola

teste mozzate sul pavimento lercio

sogni alchemici mi tormentano la mente

maschere di fuoco e uncini a straziare

fino a che la coscienza si liquefà

poi una pin-up ha sputato il fumo di un diavolo dalla bocca

e la normalità ha ripreso il sopravvento

 

Alberto Figliolia (da “La semina dei ricordi”, Albalibri, 2013)

twitter @phigliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...