Mattutino

Mattutino

Mattutino.

Riposta l’umile merce

in una sacca di tela grezza,

un africano alla fontanella

sul lungomare

si lava i denti;

la pasta dentifricia sulle labbra

è un anello bianco,

come un vulcano salino,

o un lucore circolare,

una paralisi del giorno.

Energia pura.

Mentre passo

mi osserva con distacco

continuando a spazzolare

gli invisibili denti.

Il gesto è abbagliante

e può più della povertà.

 

Alberto Figliolia (da Visioni o dell’anarchico girovagare, 2017, Rayuela Edizioni9

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...