Io che sono uno che non…

Io che sono uno che non…

Io che sono uno che non si decide mai

e guarda le stelle per caso, ma non meno intensamente,

e scorge astronavi sfrecciare nel cosmo nero polvere (pavide illusioni?);

io che sono uno che si muove fra i secoli senza sapere

che non è merito suo;

io che mi arrovello a veder scorrere i granelli

di sabbia nella clessidra che mi donarono e

che nascosi in un angolo desolato della mente,

uno che pensa alle strade verso l’orizzonte non svolte,

ai tramonti che non muoiono abbastanza,

e le albe non scritte (se cenere o fuoco),

che improvvisa insolite danze

per amori-cobra e sensi di colpa, l’eterna tribù.

Poi, l’interruttore della nostalgia…

e il padre è rimorso? e la madre rimpianto?

Domande solo domande nient’altro che domande domande come sbarre

ed è sempre questa la fine la fine la fine…

Ovvero l’inizio.

 

Alberto Figliolia (da Visioni o dell’anarchico girovagare, Rayuela Edizioni, 2010)

blog alberinube.wordpress.com

twitter @phigliolia

Facebook Alberto Figliolia

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...