Desktop n. 1

Desktop n. 1

Un uomo-zebra con la pelle a strisce bianche e azzurre

galovola un po’ e voloppa un altro po’ nel cielo urano

sbattendo le bracciampe e bucando una nube dopo l’altra

mentre più sotto ancora gli uccelli dell’arsa savana

lo fissano stupiti di tanto baldanzoso ardimento;

e ogni tanto plana leggero e fa il solletico al collo

delle giraffone che ricambiano la cortesia

leccandolo con la loro lunga ruvida lingua blu

e raspandogli via la patina di sudore dal volto infervorato.

I leoni-oni stessi dal manto color chiaruggine placidi ruggiscono

alle evoluzioni dell’uomo-zebra, una piuma per mano

e un sorriso felice sul viso agli orizzonti che si dileguano

alla luce rosso-arancio-giallo-porpora del tramonto africano

mentre tutti vanno all’abbeverata, in pace con il mondo,

prima dei friniti e dei sogni della notte equatoriale.

 

Alberto Figliolia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...