Perché?

Volentieri ospito questa bella poesia di Alex Sanchez…

 

Perché?

Nel petto del mondo

piccoli angeli terreni senza ali

ingoiano la gelida cruda fame

che gli è stata servita a tavolino

dai figli di Macha,

ai piedi calzano il fango

su cui i fiori del male

hanno piantato le radici,

nel cielo riarso splendono

le striscianti sillabe della morte.

Fra i sicuri schiaccianti tetti

e le mura di cartone

si accendono i singhiozzi

che soffocano la vita;

pesano, pesano

quanto una stella di neutroni.

A scossoni trema il silenzio

nel sentir affondare

la spada di Kālī

nell’innocenza della vita.

Scorre il dolore come l’acqua

tra le strade dilaniate,

mischiato alle grida che si scatenano

nel più profondo delle viscere.

Perché le nostre bocche non si seccano nel dire basta?

Ognuno di noi è responsabile in prima fila

delle follie dei cesari che si compiono,

l’accumularsi di testate nucleari

non assicura il futuro dei nostri figli

e la libertà dei popoli.

I nostri cuori sono forse troppo colmi

di indifferenza?

Alex Sanchez

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...