The dark side of the spoon

The dark side of the spoon

Una casa imbrattata di sangue

Un baffuto contadino norreno fugge sgomento

nel silenzio che appesta le strade di legno

Sì, la casa trasuda sangue, da uva rossa e purulenta

Anche l’aurora boreale si ferma a guardare

circospetta e un po’ invidiosa

di chi va a rubarle la scena

Poi questo sangue d’uva putrida si diffonde

quale effigie blasfema, torrenziale marchio di pazzia

scivola come un fiume, impantana, squinterna

lisergica linfa che gelatinizza e fagocita

ogni essere al suo passaggio

The dark side of the spoon

Alberto Figliolia (da Poesie scelte, 2010, Albalibri)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...