Condannati

Condannati
all’eterna siccità
che sia
bruciante gelo
o feroce calore

fra arcobaleni sfioriti
in tunnel intrecciati
fra lingue di Babele
lungo distese, ai piedi
di vette sopra mari
prosciugati

galeoni dalle vele
stracciate, treni
deragliati
come l’inganno
di ogni alba

in un’ultima pozza
stagnante
nel brulichio
d’insetti preistorici
il senso
di quest’infinito
andar vagando

poi soltanto l’ombra
della luna
sotto le algide stelle

Alberto Figliolia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...