Chi scuote l’albero celeste?

“Chi scuote l’albero celeste?” (Da alcune parole di una poesia di Luigi Cannillo)

Chi scuote l’albero celeste
dove crescono i frutti d’oro e rame
e nubi che trascendono?
Come afferrare quell’essenza segreta
che anima il vuoto pneumatico
o l’aria che sottende il vento?
E si accendono le cellule del mio passato,
e il passato sfiora, sfiora…
Sono qui, ora, nell’insonnia
che travaglia e conto i respiri
di chi mi dorme accanto,
il brivido che scorre sulla sua pelle,
e le rughe che saranno,
le fughe, quel piccolo angioma sul seno
sinistro, infine un pensiero nascosto
che chiamammo… amore.

Milano-Opera/Laboratorio di scrittura creativa,
sabato 8 ottobre 2016

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...