La bambina malata

La bambina malata morrà…
L’espressione è languida nell’attesa,
la madre al capezzale china il capo.
La bambina malata sorride debolmente
alla genitrice disperata;
lei non teme lingue di fuoco a lambirla
né nubi di piombo nelle fibre
e, limpida e cosciente,
lenisce le impotenti pene
facendo coraggio a chi ha la sanità;
lei non crede che il destino sia il più feroce,
il più crudele o il più truce degli scherzi:
i suoi anni, pochi, sono stati enciclopedia
di dolore, contro la vanità, contro la vacuità.
Una lacrima le bagna il viso: ha il sapore
dell’oceano che fra non molto navigherà
per approdare a isole orlate di rocce
screziate e bordate di cipressi parlanti.
Raccoglie una lacrima su un dito
e la consegna alla madre.
Poi, chiude gli occhi…

Alberto Figliolia (da “Diapositive d’immortalità”, 2007, Albalibri)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...