Sei apparsa dal nulla circostante

Sei apparsa dal nulla circostante

quel che a noi pareva pieno.

Sei apparsa: illuminata dall’interno

le gote rosse, una mano tesa all’infuori

e l’altra sul petto atro

Scarpe basse, calze rossofuoco, i capelli

da madonna trobadorica

Una bimba al tuo cospetto è cristallizzata

nell’attesa di quel che non dirai

Il vino si è ghiacciato nella brocca

d’argento ai tuoi piedi

Lo specchio si è fatto nero

i libri si sfogliano da soli

il giorno scema nelle tenebre

Questa camera è il tuo nuovo impero

che tu comunichi

con il silenzio-crisalide che sei

Alberto Figliolia (da Poesie scelte, 2010, Albalibri)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...