Di là delle finestre

Di là delle finestre

 

Che cosa vedo di là delle finestre

rivestite di sbiadite persiane?

Altre finestre di povera gente di periferia,

chiuse anche quando sono aperte;

non s’intravedono presenze,

solo panni stesi ad asciugare

con fatica e antenne che captano

sonori miasmi di nulla;

muri sbrecciati e rampicanti impolverati;

colori stinti come sogni svaniti;

i miei pensieri che si perdono.

 

Alberto Figliolia (da “Poesiedufficio”, 2006, Albalibri)

twitter @phigliolia

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...