Il rinnovo del contratto

Il rinnovo del contratto

Prenderemo congedo un giorno

da questo corpo, dai suoi affanni,

tensioni, aspirazioni, malanni;

andremo in pensione un giorno,

controvoglia, dalle nostre parole

e dai pensieri, dai figli, da ogni cosa

che ci è stata grata, odiosa o donata.

Perché della vita il Dio degli infiniti firmamenti

non vuole il contratto rinnovarci?

 

Alberto Figliolia (da “Poesiedufficio”, 2006, Albalibri)

twitter @phigliolia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...