Dalle vetrate di noia

Dalle vetrate di noia

dell’ufficio

scorgo un celta barbuto

comparire al balcone

del suo condominio color vinaccia:

in mutande,

la camicia aperta sul petto nudo,

la pancia da bevitore di cervogia,

i capelli neri a codino,

la barba riccia,

una ramazza in mano.

Io lo vedo anche oltre:

un guerriero con il telecomando in mano.

 

Alberto Figliolia

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...