il cielo è un azzurro acido specchio…

il cielo è un azzurro acido specchio…

il cielo è un azzurro acido specchio

un aereo lo solca distante e silente

lasciando due scie di sereni tormenti

la città si muove fra rive

disseccate e minime prospettive

i clacson urlano nell’anima

i passanti non si guardano in viso

tutti chiusi nell’enigma del giorno che sarà

le automobili scatole di metallo

cinica indifferenza onnipresente apparenza

io mi blocco a osservare il sole che non c’è

la sua immagine ideale e meraviglio

mi scruta e mi strazia raccolgo

un fiore perduto sull’asfalto

da un cuore solitario come il mio

orfano e saltimbanco d’amore

e vado nel bagliore del dentro che brucia

un urlo nella luce che tutto trasfigura

Alberto Figliolia

twitter @phigliolia

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...