In memoria di Ada

In memoria di Ada

Il cielo era di cenere quel giorno
e la pioggia girava con il vento,
l’orizzonte nulla più che un segmento,
l’essere un cuore solo e disadorno.

Era il tuo funerale, Ada, madrina.
Scherzavano i ricordi con la mente:
il tuo sorriso morbido, accogliente;
l’odore di melanzane in cucina;

il sette e mezzo nel caldo Natale;
Sanremo, la Cinquetti e Celentano,
“Non ho l’età…”, e Milano capitale

fra rotaie, gasometri, meccano,
il Carosello e i Baci Perugina.
Che nostalgia di te… Ada, madrina.

 

Alberto Figliolia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...