In attesa di documentazione

In attesa di documentazione
trascorro la mia vita in quest’ufficio
e il tempo è come un vecchio maleficio,
stordita astrusa lurida canzone.

La ruggine del giorno nel bancone
che accoglie ogni primitivo artificio,
le radici amare dell’opificio…
e intanto strilla e grida nel barcone

un diavolo di bolgia incravattato,
allampanato, il volto a tromba, pago
del suo urlo, ebbro d’attesa acre, invasato.

Visioni, fumi, spettri, Simon Mago…
Biglietti sanguinosi, trilli, bimbi
cornuti, e noi nei persi neri limbi.

Alberto Figliolia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...